Header

Ricerca

Selezzione di lingua

Sceglia la tua lingua

Direttive in materia di vigilanza

Swisscard è tenuta a osservare diverse direttive di controllo. Tra queste vi è l’obbligo da parte di Swisscard di richiedere una copia certificata di un documento d’identità nel caso in cui venga superato un determinato valore soglia del limite di spesa massimo consentito di tutti i prodotti di carta di credito emessi per una persona.

Copia certificata di un documento d’identità

Vengono riconosciuti come documenti d’identità, ad esempio, un passaporto svizzero, una carta d’identità svizzera o un libretto per stranieri svizzero. Potete fare certificare il documento d’identità online, dalla vostra banca, presso qualunque sportello delle FFS e della Posta o presso l’ufficio anagrafe del vostro comune.

Fare certificare una copia di un documento d’identità online

Potete effettuare la certificazione del vostro documento d’identità e ottenere la copia online tramite il servizio di videoidentificazione di Swisscom.

Importanti centri di informazioni per copie certificate di documenti d’identità

Attualmente è possibile che alcuni dei luoghi indicati di seguito non mettano a disposizione il servizio in loco.

Per tale motivo chiediamo ai nostri clienti di effettuare la certificazione della copia del documento d’identità online tramite videoidentificazione. La videoidentificazione online non comporta costi.

Alla videoidentificazione

Luoghi dove fare certificare i documenti d’identità

Potete ottenere una copia certificata di un documento d’identità presso vari uffici. Tra questi si annoverano:

In Svizzera

  • sportello delle FFS
  • sportello postale
  • filiale del Credit Suisse
  • studi notarili
  • uffici anagrafe
  • banca in Svizzera certificata dalla FINMA
  • studio legale autorizzato all’esercizio della professione in Svizzera

All’estero

  • una succursale o una filiale di un’azienda del gruppo Credit Suisse (Svizzera) SA nel settore bancario o finanziario
  • una banca autorizzata a tale scopo e controllata dalle autorità di vigilanza estere locali con sede in un paese membro del GAFI
  • uno studio notarile o un organo ufficiale (ad es. tribunali, ambasciate, consolati)