Spiegazione sintetica dei principali concetti

3-D Secure

3-D Secure è lo standard di sicurezza accettato a livello internazionale di MasterCard per gli acquisti su Internet pagati con carta di credito. Il titolare della carta si identifica con una password personale in modo analogo alla firma al banco del negozio. Condizione per l’utilizzo è che il relativo esercizio convenzionato sia collegato al sistema.

Acquirer/acquiring

Gli acquirer sono le società che possiedono una licenza per il reclutamento di partner affiliati (chiamati anche esercizi convenzionati), affinché questi ultimi accettino i relativi brand come mezzo di pagamento. I più importanti acquirer della Svizzera sono Swisscard AECS GmbH per American Express e SIX e Aduno per MasterCard e Visa.

Autorizzazione

L’autorizzazione formale da parte dell’emittente accordato a un esercizio convenzionato per effettuare una transazione per un importo determinato con un cliente specifico. Solitamente l’autorizzazione viene rilasciata per via completamente elettronica con terminali EFT-POS o in modo semiautomatico nell’arco di pochi secondi per telefono.

Brand

Marca ombrello sotto la quale viene commercializzato un sistema di carte di credito (internazionale) a sé stante. I brand più noti sono American Express, MasterCard e Visa. I titolari dei brand sono aziende (ad es. American Express) o consorzi di banche (MasterCard, Visa).

Carte aziendali

Le carte aziendali sono prodotti speciali destinati alle aziende e ai loro dipendenti che viaggiano per lavoro. Offrono specifiche funzioni supplementari, in particolare per le informazioni di gestione e il controllo delle spese. Le carte aziendali si suddividono in Business Cards e Corporate Cards. Mentre le Business Cards sono concepite più per le piccole e medie imprese (PMI), le Corporate Cards sono destinate alle aziende più grandi che operano a livello nazionale e internazionale e funzionano come sistemi di gestione delle spese.

Carte di credito (carte revolve)

Entro un limite di spesa definito, il titolare di una carta di credito può sempre pagare senza contanti in tutto il mondo presso i partner affiliati dell’emittente della carta e prelevare contante. Il pagamento avviene solo in una fase successiva ed eventualmente a rate, con le quali al titolare della carta viene concesso un credito. I principali sistemi di carte di credito sono MasterCard e Visa.

Carte in co-branding

Le carte in co-branding vengono emesse dall’emittente di un brand in collaborazione con un’altra azienda o un’associazione. In genere offrono servizi e agevolazioni aggiuntivi, ma a differenza delle altre carte sono legate a condizioni speciali (ad esempio una relazione di clientela o l’appartenenza a un’associazione). Swisscard AECS GmbH è leader sul mercato nel settore delle carte in co-branding e collabora, tra altri, con SWISS e Coop.

Carte no frills

Le carte no frills (“senza fronzoli”) non prevedono funzioni aggiuntive o ne prevedono molto poche e vengono offerte a un prezzo particolarmente conveniente o perfino senza tassa annua. Le più importanti carte no frills sono la Coop SUPERCARDplus e la M-Budget MasterCard. Al lato opposto della scala vi sono i prodotti premium.

Carte principali o supplementari

I titolari di carta principale hanno la possibilità di richiedere carte supplementari; a seconda del prodotto di carta ne possono approfittare una o più persone. Le carte supplementari offrono le medesime prestazioni della carta principale: ad esempio, anche con la carta supplementare si possono raccogliere punti per i programmi bonus e ogni carta supplementare ha un proprio numero di carta (per il prelievi di contante con codice NIP). Le carte supplementari vengono offerte a un prezzo particolarmente conveniente o senza costi aggiuntivi. Di solito le spese della carta principale e della carta supplementare vengono conteggiate con un’unica fattura indirizzata al titolare della carta principale. In linea di massima responsabile per il pagamento è il titolare della carta principale.

Carte private

Le carte private sono destinate alle persone che utilizzano la carta per il pagamento delle loro spese private. Per le singole esigenze dei clienti sono disponibili diverse carte che comprendono pacchetti di servizi differenti.

Chargeback (addebito erroneo)

In caso di addebito erroneo, in generale le contestazioni devono essere comunicate all’emittente della carta entro 30 giorni dalla data della fattura. A seconda della procedura di accertamento, già all’arrivo della contestazione viene effettuato un accredito provvisorio oppure si dovrà attendere fino alla fine delle verifiche per un eventuale rimborso.

Charge Card

Con Charge Card s’intende una carta senza limite di credito e senza opzione di pagamento rateale. Nel linguaggio corrente si parla tuttavia di “carta di credito” poiché, a differenza del pagamento in contanti, viene concesso per lo meno un credito fino alla scadenza. La maggior parte delle carte American Express sono tipiche Charge Card.

Circuito di carte di credito

I circuiti di carte di credito attivi a livello internazionale assicurano che le transazioni vengano trasmesse dall’acquirer all’emittente della carta (issuer) responsabile. Anche il pagamento della transazione all’acquirer da parte dell’emittente della carta avviene tramite il circuito di carte di credito.

Codice NIP

Con un codice NIP (Numero d’Identificazione Personale) i titolari di carta di credito possono prelevare contante ai bancomat, in tutto il mondo e 24 ore su 24. In determinati casi, l’immissione del codice NIP sostituisce la firma del giustificativo di addebito (ad es. alle stazioni di servizio). Il codice NIP può essere richiesto all’emittente della carta. Si raccomanda di modificarlo subito. Per motivi di sicurezza, il codice NIP non deve essere composto da una combinazione numerica a cui si possa risalire facilmente, ad esempio date di nascita.

Corporate Card

Le Corporate Cards sono prodotti speciali destinati alle aziende, con le quali equipaggiano i propri dipendenti che viaggiano per lavoro. Offrono prestazioni speciali, in particolare nei settori delle informazioni di gestione e del consolidamento transfrontaliero in fase di fatturazione.

DCC (Dynamic Currency Conversion)

Da qualche tempo gli esercizi commerciali (merchant) offrono ai clienti di carta di credito svizzeri la possibilità di pagare direttamente in franchi svizzeri le transazioni effettuate all’estero. Tale procedimento si chiama “Dynamic Currency Conversion” (DCC) e viene offerto per i brand di carta MasterCard e Visa. Per ora American Express non offre una soluzione di questo tipo da parte dei merchant.

Con il procedimento DCC, al terminale il merchant calcola ogni importo di acquisto automaticamente nella relativa valuta del conto della carta di credito del cliente. Solitamente, oltre al prezzo di acquisto (in valuta locale e in franchi svizzeri) sulla ricevuta (sales slip) è indicato anche il tasso di cambio applicato.

DCC è un servizio opzionale offerto dal commerciante. Pertanto, il cliente può sempre decidere personalmente se vuole utilizzare tale servizio o meno. Le reazioni dei clienti presso gli emittenti di carte di credito svizzere dimostrano che nella maggior parte dei casi la conversione sul posto (DCC) è più cara del pagamento nella valuta del paese.

EFT-POS

Con EFT-POS (Electronic Fund Transfer at the Point Of Sale) in generale s’intendono i sistemi per l’autorizzazione e l’addebito completamente elettronici delle transazioni effettuate con la carta presso un esercizio convenzionato.

Esercizio convenzionato

Con esercizio convenzionato (chiamato anche partner affiliato) s’intendono i punti vendita presso i quali si può pagare con le carte dei relativi brand.

Fraud

“Fraud” è un termine inglese traslato nel linguaggio tecnico che sta a indicare “frode/atto fraudolento”. Viene utilizzato prevalentemente per l’uso improprio di prestazioni (manipolazioni nei rapporti d’affari, manipolazione di dispositivi tecnici, abuso di conoscenze e risorse interne dell’azienda).

IKO (Centrale d’informazione per il credito al consumo)

La IKO è la centrale svizzera d’informazione per il credito al consumo prevista dalla legge. La IKO registra i dati delle attività di credito e di leasing a fini privati ai sensi della Legge sul credito al consumo (LCC) del 23 marzo 2001.

Issuer (emittente della carta)

Gli issuer sono gli emittenti e i distributori delle carte di credito di un determinato brand. Normalmente, gli issuer dispongono di una licenza nazionale (esclusiva o non esclusiva) del titolare del brand per l’emissione di tutti i tipi di carte o per determinati tipi di esse. Gli issuer più importanti della Svizzera sono Cornèr Bank AG, Credit Suisse AG, UBS AG e Viseca Card Services SA.

LCC (Legge sul credito al consumo)

Per il contratto di credito al consumo valgono le disposizioni della Legge federale sul credito al consumo del 23 marzo 2001 entrata in vigore il 1° gennaio 2003 e della relativa ordinanza.

Lifestyle Service

Il Lifestyle Service è un servizio clienti esclusivo destinato ai titolari di carta American Express Centurion e Platinum. Agenti lifestyle competenti e specializzati aiutano i titolari di carta in tutte le situazioni, sia che vogliano dei biglietti per un concerto tutto esaurito, loro serva una babysitter o desiderino prenotare in un ristorante rinomato già al completo.

Limite di spesa

L’importo mensile a disposizione del titolare della carta per le transazioni con le carte. Vengono conteggiati anche gli importi che non sono stati effettivamente spesi, ma che tuttavia sono stati “riservati” da un esercizio convenzionato (ad es. per il check-in in hotel). Fa eccezione American Express, che in linea di principio non impone alcun limite di spesa fissato anticipatamente.

Merchant (commerciante)

I commercianti (chiamati anche merchant, esercizi convenzionati o partner affiliati) sono ditte che hanno sottoscritto un contratto con un acquirer e che presso i propri punti vendita accettano come mezzo di pagamento le carte della relativa marca. Ciò viene segnalato ai titolari di carta con un logo posto in corrispondenza della cassa o all’ingresso.

Pagamento/opzione di pagamento rateale

Le fatture della carta di credito vengono inviate mensilmente per posta e devono essere pagate entro il consueto termine di pagamento mediante bollettino di versamento o sistema di addebitamento diretto (LSV).

Sottoscrivendo uno speciale contratto di credito, i titolari di carte di credito possono utilizzare l’opzione di pagamento rateale e approfittare di una maggiore flessibilità finanziaria. Quando si utilizza l’opzione di pagamento rateale, alla data della fattura occorre effettuare soltanto un pagamento minimo compreso tra il 5 e il 10 per cento o di 50CHF del rispettivo importo della fattura. Sull’importo in sospeso sarà applicato un interesse. Per i clienti, l’opzione di pagamento rateale è più attraente del credito al consumo grazie al rimborso flessibile e ai tassi di interesse in parte più bassi.

Nota bene: punto di partenza per il calcolo dei termini di pagamento, dei limiti di spesa, degli interessi sul credito ecc. solitamente è la data stampata sulla fattura, che non corrisponde necessariamente alla fine del mese.

PayPass

PayPass è un sistema di pagamento senza contatto per le carte di credito attualmente in fase di sperimentazione. I titolari delle carte di credito PayPass fanno passare la carta davanti a un terminale di cassa appositamente attrezzato, che trasmette i dati della transazione in modalità wireless e rende pertanto superfluo l’inserimento della carta nel lettore. Questo nuovo sistema di pagamento si rivolge in particolare alle aree dove tradizionalmente si paga con il contante.

Phishing

Con phishing si definiscono i tentativi di appropriarsi dei dati di un utente di Internet tramite siti web falsificati. I phisher si spacciano per persone degne di fiducia e tentano di procurarsi dati sensibili come i nomi utente e le password per il banking online o le informazioni relative alla carta di credito per mezzo di messaggi elettronici falsificati. I messaggi di phishing vengono inviati prevalentemente via e-mail o tramite Instant Messaging nel tentativo d’indurre il loro destinatario a rivelare dati di accesso segreti su siti web preparati o per telefono.

Prestazioni delle carte

Queste funzioni sono vantaggi aggiuntivi offerti dalla carta che vanno oltre la mera funzione come mezzo di pagamento (assicurazioni, opzione di credito, programmi bonus nonché servizio lifestyle). Tali prestazioni vengono stabilite principalmente dall’emittente, per questo le carte di un brand possono offrire prestazioni molto diverse a seconda dell’emittente in un determinato paese e a livello internazionale.

Processor/processing

Con processor s’intendono le società che si occupano di gestire tecnicamente l’elaborazione delle transazioni effettuate con le carte. Spesso questa funzione viene esternalizzata a società terze dagli issuer. Nel mondo vi sono numerosi processor che si occupano contemporaneamente di diversi brand.

Prodotti premium

Oltre alla mera funzione come mezzo di pagamento, i prodotti premium offrono numerosi vantaggi aggiuntivi come offerte lifestyle, assicurazioni, servizi di assistenza e programmi bonus. L’antesignano in questo settore è American Express con le carte Centurion e Platinum.
I prezzi, le caratteristiche del prodotto e le prestazioni aggiuntive vengono definite di volta in volta dall’emittente della carta. Per questo motivo, a seconda dell’emittente le carte della stessa marca in un paese e ancor di più a livello internazionale hanno profili molto diversi: ad es. Visa non è automaticamente Visa!

Programma bonus

I programmi bonus sono funzioni delle carte che consentono al titolare della carta di raccogliere punti bonus con ogni transazione. I punti si possono convertire in cambio di miglia di volo, pernottamenti in hotel e altri prodotti e servizi. I programmi più noti sono American Express Membership Rewards, Bonviva (Credit Suisse AG), Key Club (UBS AG), Pointup (Credit Suisse AG) e Miles & More di SWISS.

Riaddebiti (deposito, open voucher)

Essenzialmente, un titolare di carta è tenuto al pagamento solo se ha firmato personalmente il relativo giustificativo di addebito o ha autorizzato la transazione con il NIP. Fanno eccezione gli acquisti a distanza come la vendita per corrispondenza e su Internet. Tuttavia, in alcuni settori, come quello alberghiero o il noleggio di auto, in caso di necessità i commercianti si riservano di effettuare ulteriori addebiti successivi senza una nuova firma. Ciò può accadere, ad esempio, quando ci si è dimenticati di conteggiare il minibar o l’auto a noleggio è stata riconsegnata con il serbatoio vuoto. I contratti di noleggio di auto contengono in generale questa clausola aggiuntiva. Quando chi prende a noleggio l’auto firma il contratto di noleggio dà il suo consenso a tale procedura.

SET (Secure Electronic Transaction)

Il SET (Secure Electronic Transaction) è uno standard di sicurezza per la trasmissione elettronica di transazioni via internet (e-commerce) che tuttavia non si è affermato.

Skimming

Con skimming si indica il processo in cui dei criminali copiano le bande magnetiche di un bancomat o di una carta di credito utilizzando speciali apparecchiature e in questo modo emettono duplicati delle carte.

Titolare della carta

I titolari di carta sono quelle persone che hanno stipulato un contratto con l’emittente e hanno ricevuto una carta a loro nome. Ai sensi della legge la carta resta comunque sempre di proprietà dell’emittente.

VBV (Verified by Visa)

VBV (Verified by Visa) è lo standard di sicurezza internazionale per gli acquisti su Internet pagati con carta di credito. Il titolare della carta si identifica con una password personale in modo analogo alla firma al banco del negozio. Condizione per l’utilizzo è che il relativo esercizio convenzionato sia collegato al sistema.

Verifica della solvibilità

Prima dell’emissione di una carta, l’emittente della carta verifica la solvibilità del richiedente al fine di evitare i rischi di credito che possono portare a un indebitamento eccessivo, anche nell’interesse della tutela dei consumatori, degli altri titolari di carta e dell’azienda. Sulla domanda di carta il richiedente fornisce le informazioni richieste e autorizza un supplemento d’indagine (ad es. presso la Centrale per le informazioni di credito ZEK). In media viene respinto tra il 20 e il 30 per cento delle domande di carta.

Dal 2003, per le domande di carta con opzione di pagamento rateale le organizzazioni che emettono carte sono obbligate per legge a verificare la solvibilità del richiedente inviando una richiesta alla IKO (Centrale d’informazione per il credito al consumo).